Blitz anti-bracconieri

La Provincia Pavese             Cronaca         16 novembre 2010

Blitz anti-bracconieri

A Miradolo scattano quattro denunce, sequestrati sei fucili

MIRADOLO TERME. Un blitz anti-bracconaggio nel parco della collina di San Colombano, ambito territorio di caccia 3, è stato portato a termine domenica mattina dopo meticolosi appostamenti. In azione tre pattuglie dei vigili del settore faunistico della provincia di Pavia con sei agenti che, dopo gli accertamenti del caso, hanno proceduto al sequestro di sei fucili, un riproduttore di canti di uccelli, uccellini di specie protetta abbattuti e richiami di specie protetta. Quattro le persone denunciate tutte bresciane ai quali è stato contestato il reato e che rischiano ora una forte ammenda. Un operazione condotta magistralmente, iniziata poco dopo l'alba e protrattasi per molte ore con le squadre dei guardiacaccia divise per zone che a bordo delle loro Jeep si sono coordinati riuscendo a neutralizzare i bracconieri. Due cacciatori sono stati scovati in una postazione di caccia stanziale mentre due erano in una postazione temporanea. I riproduttori di canti degli uccelli sequestrati, che comunque devono ancora essere completamente analizzati, servivano ad attrarre soprattutto selvaggina migratoria. Un tipo di richiamo elettronico severamente vietato dalle normative di legge che regolano la materia. Anche i richiami vivi in gabbia sequestrati sono risultati di specie protetta. In questo caso sono in corso verifiche per accertare la legittima detenzione in quanto l'anellino posto sulla zampa dell'animale deve essere corrispondente al certificato di possesso. Gli uccelli sono stati trasferiti al centro di recupero Parco fluviale del Po dove saranno esaminati. Nel caso di provata illegittima detenzione per i bracconieri si profila un ulteriore denuncia. La zona di caccia Atc 3 è molto frequentata dai cacciatori bresciani che sono soliti a praticare la caccia definita ad uccellagione con postazioni fisse o temporanee. Dopo i sequestri e le denunce si attende ora la convalida della Procura del tribunale di Pavia che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni. Il blitz ricorda quello del 2008 quando furono sequestrati ben 8 fucili e diversi richiami illegali.

La Provincia Pavese             Cronaca         19 novembre 2010

Convalidati i sequestri dei fucili

Sono stati convalidati dalla Procura della Repubblica di Pavia i sequestri dei fucili e del riproduttore audio usato come richiamo acustico trovati ai cacciatori bresciani durante il blitz di domenica, dagli agenti del corpo faunistico provinciale. L'operazione, condotta nella zona Atc3 del parco dei Colli Banini, nel territorio comunale di Miradolo Terme aveva portato alla scoperta di sistemi illeciti utilizzati da alcuni cacciatori e di uccelli di specie protette che erano stati abbattuti.